Category Archives: UC

Contributi sulla Real Time Collaboration e sull'Unified Communications.

Le novità di Teams di novembre e dicembre

Prosegue anche nel mese di novembre un intenso rilascio di novità ed annunci per Microsoft Teams.

Provo a riassumere le principali novità rilasciate ed alcuni annunci del mese di novembre e le prime anticipazioni di rilascio di nuove funzionalità per il mese di dicembre.

Soppressione dei rumori ambientali

Come in parte già descritto in altri post, è stata rilasciata la funzionalità di soppressione dei rumori ambientali durante i Teams meetings.
Il sistema è basato su un servizio di Intelligenza Artificiale (AI) in grado di distinguere il suono della voce umana dai suoni ambientali ed altri rumori, filtrando questi ultimi e rendendo più pulita e comprensibile la conversazione.

La funzionalità è già stata rilasciata.

Meeting Polls prima, durante e dopo i Meetings

Come già anticipato, Microsoft Teams ha introdotto una efficace integrazione con Microsoft Forms, al fine di gestire sondaggi e questionari nelle fasi preparatorie della riunione, durante il meeting online e successivamente ad esso.

Nuovi scenari per la modalità “Together mode”

Già nei mesi passati è stata rilasciata la modalità di visualizzazione “Together mode” (nelle versioni italiane di Teams è chiamata “modalità collabora”), offrendo ai partecipanti del meeting un’esperienza immersiva che posiziona le immagini video dei presenti in un contesto auditorium.
La novità è rappresentata dall’introduzione di nuovi scenari che cercano di replicare l’esperienza di una riunione “attorno ad un tavolo” tipiche delle meeting room.

Nuova esperienza con la modalità Full screen

La modalità a schermo intero permette di mostrare sullo schermo solo gli elementi del Teams meeting, nascondendo gli elementi di cordice, come ad esempio la Taskbar di Windows nella parte inferiore dello schermo.
In questo modo vengono sfruttati tutti i pixel a disposizione per le informazioni condivise attraverso la riunione online.

Call merge

La funzionalità di Call merge permette di aggiungere una nuovo partecipante ad una chiamata in corso (sia chiamate 1:1 che di gruppo).
Il Call merge permetterà di “unire” diverse chiamate 1:1, definendo una nuova conversazione di gruppo.

Avvio degli Instant meeting da mobile device

La funzionalità permette la creazione di riunioni immediate partendo da Teams mobile (su smartphone e tablet), utilizzando l’intuitiva icona Meet now partendo da una conversazione chat.

Nuovo layout aggiornato per le riunioni su iOS

L’esperienza in Microsoft Teams, nelle versioni per dispositivi Apple iOS, si arrichisce della nuova modalità presentazione, della possibilità di visualizzare il contenuto condiviso e per mettere in evidenda il relatore principale.

Nuova esperienza arricchita per le chiamate

E’ in arrivo la nuova modalità di gestione delle chiamate all’interno di Teams, controllando i contatti, le voicemail in segreteria, la cronologia delle chiamate… tutto con un singolo clic.

Tra le principali novità in termini di gestione delle chiamte:

  • Salvataggio delle registrazioni delle chiamate su OneDrive e SharePoint
  • Supporto per CarPlay, al fine di estendere l’esperienza di Microsoft Teams anche in auto
  • Funzionalità Anti Spam, per filtrare le chiamate indesiderate
  • Trasferimento di chiamata tra applicazione desktop e mobile
  • Funzionalità di Call merge, già descritta poco sopra nel post
  • Modalità “Low-data” per risparmiare il consumo nel traffico dati
  • Reverse number lookup, per identificare il nome del chiamante partendo dal numero di chiamata

Nuova esperienza di ricerca

Anche l’interfaccia di ricerca all’interno di Microsoft Teams si rinnova, offrendo un contesto meglio integrato con le esperienze di ricerca di contenuti e contatti di Microsoft Search, comune anche agli altri workload di Microsoft 365, come ad esempio SharePoint Online.

Channel Info pane

Si tratta di un nuovo riquadro laterale per ottenere informazioni sul Canale del Team su Teams, mostrando i post “pinnati (peccato la traduzione infelice della versione italiana: “bloccati”) e delle conversazioni

Teams Templates

In rilascio nuovi modelli per creare nuovi team su Microsoft Teams, al fine di accelerare e standardizzare la creazione di nuovi team.
I template sono costruiti sulla base di alcuni scenari di business comuni, come l’organizzazione di eventi, la gestione degli eventi di crisi ed altri scenari specifici.

Gli amministratori di Teams possono anche definire propri modelli personalizzati e distribuirli affinché gli utenti autorizzati alla creazione dei nuovi team possano essere guidati e supportati.

TeamsTemplates.gif

Come configurare la qualità della webcam per le chiamate su Teams

Una delle impostazioni apparentemente non gestibili su Microsoft Teams è la regolazione della webcam.

Intendo la possibilità, solitamente offerta da altri software, di regolare luminosità, contrasto ed altri valori della propria camera, garantendo così immagini più nitide e di maggior qualità.

Attraverso le Impostazioni di Microsoft Teams, dalla sezione Dispositivi, hai la possibilità di selezionare quale camera utilizzare (nel caso ce ne fossero più di una collegate, come nel mio caso):

Ma tuttavia non hai la possibilità di gestire le impostazioni di dettaglio sulla qualità dell’immagine o della ripresa.

Alcune webcam dispongono di propri software di configurazione, ma la maggior parte delle camere non offre queste possibilità.

Mi sono quindi provato ad ingegnare, ed ho fatto una felice scoperta.

Aprendo Microsoft Skype (mi riferisco all’applicazione consumer, solitamente presente sui PC con Windows 10, è possibile accedere ai Settings dell’applicazione:

Dalla finestra dei Settings di Skype, puoi scegliere la sezione Audio & Video, ed infiine puoi cliccare su Webcam settings:

In questo modo si aprirà una finestra dedicata alla configurazione di dettaglio della camera (potrai anche selezionare su quale webcam intervenire se ne hai più di una).

Le impostazioni che andrai a configurare saranno comuni ed avranno effetto anche alle tue immagini prodotte su Microsoft Teams!

Gestire la riduzione dei rumori di fondo con Teams

Una delle novità di recente rilascio è quella della soppressione dei rumori di fondo nel corso delle riunioni con Microsoft Teams.

Si tratta di qualcosa di davvero utile se ci troviamo in una stanza con altri colleghi e non disponiamo di cuffie/microfono con sistemi di riduzione del rumore.

Attraverso le Impostazioni di Teams, nella sezione Dispositivi, hai la possibilità di definire quattro possibili configurazioni:

  • Auto (predefinito)
    qui si lasci all’app di Teams la decisione se e quando intervenire con la soppressione dei rumori di fondo.
  • Alto
    il filtro dei rumori interviene sopprimento qualsiasi suono, ad eccezione dei suoni vocali.
  • Basso
    il sistema elimina i suoni di fondo persistenti (come ventilatori o climatizzatori), lasciando tuttavia passare il suono della musica di sottofondo.
  • Disattivato
    ovviamente il filtro viene disattivato, e saranno riprodotti fedelmente i suoni raccolti dal microfono (ovviamente ha senso usarlo nelle condizioni ambientali di silenzio).

La funzionalità è disponibile solo per la versione dell’app per desktop di Microsoft Teams.

Disponibili i video completi delle tre track di BCD del 5 novembre 2020

Segnalo che sono disponibili per la libera visione i video della registrazione delle tre track (COM, SEC, APP) dell’evento Be Connected Day del 5 novembre 2020.

Ricordo che l’evento è stato organizzato da UCUG.it, con il supporto della Microsoft 365 Italian Community.

Track COM

Track SEC

Track APP

Ricordo infine che durante la mia sessione ho avuto un problema di black-out elettrico, e pertanto ho reso successivamente disponibile la sessione integrale.

Be Connected Day e M365 Italian Community

Anche la Microsoft 365 Italian Community è impegnata nell’organizzazione del prossimo Be Connected Day, che si terrà online il 5 novembre 2020.

La prossima edizione dell’evento vedrà ben tre tracks:

  • COM: track dedicata all’intelligent communication ecosystem, dove si parlerà di tecnologie per i meetings, voice, video interop e devices.
  • SEC: track rivolta alla cybersecurity per Microsoft 365
  • APP: nuova track dedicata allo sviluppo di soluzioni e applicazioni per l’integrazione con il mondo di Teams e di Microsoft 365.

Microsoft 365 Italian Community curerà i contenuti della track APP, e ricordo a tal proposito che è aperto il Call for Speakers.

L’evento sarà online, ma realizzato attraverso la nuova formula “Studios“, ossia trasmettendo in streaming le sessioni erogate da studi di registrazione professionale.
Vedremo quale sarà il risultato, e UCUG.it non manca mai di proporre soluzioni innovative e all’avanguardia. Del resto dovremo ancora per un po’ rinunciare agli eventi dal vivo, e ci auguriamo che questa nuova modalità possa migliorare la soddisfazione di partecipanti e sponsor.

A proposito di sponsor… se siete interessati a sostenere l’evento, esistono diverse formule di sostegno e visibilità. Contattate UCUG.it per maggiori informazioni

Skype for Business Online verso il ritiro

La notizia non è certo una novità, annunciata nel settembre del 2019… ma ora è stata formalmente inserita tra i reminder per gli amministratori di Microsoft 365.

Skype for Business Online (quindi la versione destinata ai clienti Microsoft 365) sarà ritirato il 31/07/2021.

Resta quindi un annetto scarso per completare (o iniziare) le attività di dismissione, ovviamente a favore di Microsoft Teams.

Qui puoi trovare maggiori dettagli.

Giugno sarà un mese di novità per Teams

Microsoft ha aggiornato le proprie roadmap di rilascio per Teams, rimandando alcune delle novità in rilascio previste inizialmente per maggio al mese successivo.

Avevo già anticipato su un post precedente quelle che sarebbero state le novità in via di rilascio, e per citarne giusto qualcuna:

  • Multi-window experience
  • Nuovo layout per la finestra delle video call nel formato 3×3 (fino a nove partecipanti simultaneamente visualizzati)
  • Tasks in Teams
  • Ottimizzazione dei rumori di background durante le call
  • Ricevuta di lettura sulle chat
  • Funzionalità “raise hands”, per chiedere la parola alzando la “manina” durante i meeting

Seguendo il piano di rilascio anticipato da Microsoft, queste potranno essere le prossime milestones:

  • Giugno 2020, le nuove esperienze saranno a disposizione degli utenti, che potranno abilitarle attraverso i Settings di Teams
  • Luglio 2020, le nuove esperienze saranno abilitate di default, e potranno essere selettivamente disabilitate attraverso i Settings di Teams
  • Agosto 2020, Le nuove esperienze saranno abilitate di default per tutti e non saranno più disattivabili

Una transizione repentina, ma che sarà da tener presente anche per aggiornare la documentazione formativa rivolta agli utenti e per informare gli addetti al supporto tecnico rivolto agli utenti finali.

Migrazione e coesistenza tra Skype for Business e Teams

Il processo di transizione da Skype for Business a Microsoft Teams è un processo che molte organizzazioni hanno avviato da tempo, spesso prolungando la fase di coesistenza dei due strumenti (con conseguente confusione da parte degli utenti).

Una delle ragioni di resistenza, che spesso giustifica un prolungato periodo in “Islands mode“, è dovuto dall’assenza di features in Teams, prima presenti su Skype4B, che via via Microsoft sta arricchendo su Teams.

Tutto questo senza pensare alla grande quantità di funzionalità che Teams propone, che nemmeno lontanamente erano presenti sul vecchio Skype4B.

Ancora in troppi stanno infatti vedendo Teams come “semplicemente” il successore di Skype for Business… semplificando un po’ troppo le cose.

Joel Oleson ha pubblicato un’efficace infografica dove evidenzia la punta dell’iceberg, lasciando intuire la differenza tra i due strumenti e la solo parziale sovrapposizione di ruolo:

Sullo stesso post Joel schematizza anche la descrizione delle principali modalità di configurazione, coesistenza e migrazione tra i due strumenti:

  • Modalità di coesistenza
    • Skype4B Only
    • Teams Only
    • Skype4B with Teams collaboration and meetings
    • Skype4B with Teams collaboration
    • Islands

Rimando alla lettura completa del post di Joel per approfondire l’argomento e per trovare una serie di fonti di riferimento.