Category Archives: Office System

Office System 2003 e 2007

Le caratteristiche di SharePoint v3

Grazie a Dustin, ecco la lista consolidata delle nuove caratteristiche della futura versione di SharePoint:


UI / UX



  • Built-in breadcrumb trails, Quicklaunch on every page, Tree-view navigation of sites built-in
  • Pages will derive from “master pages“, meaning that you could re-skin an entire SharePoint site by modifying just one template file
  • More professional out of the box themes
  • FrontPage can directly edit each site’s CSS file(s)
  • Workflow built-in all over SharePoint, with tight integration with Outlook 12 tasks, FrontPage-based workflow creation, some browser-based workflow creation
  • Individual documents can have document-specific workflows
  • Item-level security on lists and libraries
  • FrontPage has evolved further into a SharePoint designer tool (I read that as: the only SharePoint designer tool), and apparently, ghosted/unghosted pages won’t be a problem any longer
  • Recycle bin with user and administrator restore features for document libraries and list items
  • InfoPath forms can be filled out with only a browser when published as (to?) a SharePoint site (even with FireFox)
  • Customizable and extensible search (and search API), including “did you mean“-type search term corrections
  • Lists can be viewed on mobile devices
  • The UI is “security sensitive“, meaning that you won’t see the button to add an item unless you have the rights to add an item
  • Lists support multi-value lookups
  • Gantt charts for “Project Tasks“ list type
  • Alerts are considerably more powerful, support more filters/RSS integration
  • AJAX (Atlas) used generously throughout UI for a better cross-browser experience
  • “Welcome menu“ for users (login/logout/change user/edit profile/etc links in one place)

Integration



  • All lists and libraries have RSS feeds, and each list’s feed can be customized to include whatever fields you’d like
  • Event list RSS feeds include iCal files as enclosures
  • Each site has a master “aggregating“ RSS feed
  • Outlook 12 can perform 2-way online/offline syncronization of the following list types:

    • Contacts
    • Events
    • Tasks
    • Discussion Lists
    • Document Libraries (!)

  • Discussion lists can create their own e-mail alias in Active Directory, allowing you to e-mail that alias to automatically archive that e-mail (and its attachments) to a SharePoint discussion list
  • ALL lists and libraries have version history capability, and only “diffs“ are stored (differences from one change to the next)
  • Access treats SharePoint sites as honest-to-goodness data sources

Developer and Administrator-oriented news



  • Existing web parts will “just work“ in the new SharePoint web part page framework
  • Site definitions/templates will ship in the box for blogs and wikis (blogs can be built directly on your “My Site“!)
  • All lists and libraries will have synchronous event handlers (not sure how these work with other interfaces to SharePoint data, like OM, WEBDAV, SOAP, etc., if the event handler has to raise an exception)
  • List/library version history is exposed programmatically by way of the OM
  • Multiple “content types” (sets of metadata, or “metadata templates“, if you will) for document libraries and lists, that include view information, workflows, bound events.
  • FrontPage can edit workflows
  • Business Data Catalog (datasource catalog on steroids, apparently) — What’s new is that you can use members of this catalog as fields in lists; in other words, a list can have a lookup that’s bound to a SQL Server table, a web service, or any other source that exists in the Business Data Catalog 
  • XML Schema Documents (XSDs) will be made available for many of the CAML-based ghosted template/config files
  • The “STSFLTR“ ISAPI filter is gone, SharePoint sites are “native“ ASP.NET 2.0 sites.
  • You’ll still need to use the SmartPart (or something of its ilk) to use ASP.NET 2.0 web parts on your SharePoint sites
  • Form templates are better defined in XML (they’re there now, just without any real easy way to modify them)
  • Less XML-based configuration, more UI-based “features“ that can be turned on/off or modified to webs, sites, IIS virtual servers or entire server farms with one click
  • SPTimer is given a boost, allowing you to write your own plugins that get executed at their own defined schedules/criteria/etc
  • UI toolbars/menus/etc can easily be modified, with those modifications also “security sensitive“
  • SPDataSource class, SharePoint sites exposed using IDataSource (sweet)
  • SPGridView, a SharePoint-look-alike DataGrid (with sort/filter/group/etc baked right in)
  • SPDataQuery class, which uses CAML (set as a property, why not a param to a method?) does cross-site searches, easily binds to SPGridViews or other ASP.NET databound controls

Office Vista

La notizia non è freschissima… solo per segnalare che l’attuale versione beta di Office (Office 12) pare verrà chiamata Office Vista, facendo il verso alla futura versione di Windows Vista.


Altra curiosità è il fatto che i superstiziosi di Redmond pare faranno saltare la numerazione, e la successiva versione di Office non sarà Office “13” ma bensì Office 14 🙂

Cartelle cliniche gestite con InfoPath/SharePoint/BizTalk

Microsoft ha reso disponibili un paio di esempi di soluzioni realizzati combinando InforPath, con SharePoint e BizTalk.
Si tratta di buoni spunti ed idee per chi desidera realizzare soluzioni analoghe, ma anche per chi desidera genericamente trarre “ispirazione” dagli esempi di codice e dai modelli.


Il primo è relativo al ciclo del paziente in un pronto soccorso.


Questa è la struttura logica della soluzione:



E questa è la struttura fisica:



E’ possibile scaricare la soluzione da qui.
Buon divertimento! 🙂

Visualizzare i form XML su SharePoint senza InfoPath sul client

Molte persone lamentano l’apparente indispensabilità di InfoPath installato sul client per poter fruire dei moduli XML creati.


In attesa che arrivi InfoPath 12, che consentirà l’utilizzo dei form creati anche senza disporre del programma sul client, è possibile utilizzare tools di terze parti.


Ne segnalo uno nuovo, particolarmente adatto per le integrazioni con SharePoint.


Il prodotto si chiama CaveDigital XML Form WebPreviewer Web Part, sviluppato da una società portoghese, consente l’utilizzo dei form XML direttamente all’interno di Webpart del sito SharePoint.
Per maggiori dettagli visita il sito.

Microsoft Business Scorecard Manager 2005 e Maestro

Oggi ho seguito una bella sessione condotta dallo speaker Oudi Antebi su Microsoft Business Scorecard Manager 2005, dove con estrema efficacia ha dimostrato come il nuovo prodotto possa essere una buona soluzione per decision makers e analisti.


Nel corso delle demo Oudi ha fatto capire che il prodotto potrebbe coinvolgere anche altre figure, inclusi i responsabili IT.


In pratica si tratta della possibilità di presentare all’interno di webparts di SharePoint forme sintetite e ragionate di dati utili a comprendere con un colpo d’occhio come stanno andando le cose (vendite, reclami, disponibilità dei server, ecc.) e prendere conseguentemente rapide decisioni. Tutti dati potenzialemnte eterogenei e provenienti da differenti fonti dati “normalizzate” attraverso i KPI costruiti attraverso SQL Server ed il nuovo Microsoft Maestro.


Insomma tutto nell’ottica della Business Intelligence integrata al portale SharePoint.


Il prodotto è attualmente in Beta 1 dall’aprile scorso ed il 15 luglio è prevista l’uscita della Beta 2. A setterembre uscirà l’RTM, mentre le versioni localizzate usciranno nel gennaio 2006.


Unica zona oscura del prodotto? Il prezzo. All’esplicita richiesta il product manager ha glissato… facendo comprendere che sul pricing ancora Microsoft non ha ben deciso… Ma in ogni caso si parlerà di un bel po’ di soldi, posizionando il prodotto in una fascia Enterprise.

Saluti da Minneapolis

Oggi si è aperta la Microsoft Worldwide Partner Conference, e una delle rpime novità organizzative è apparso il nuovo taglio della Key note. Dopo una prima introduzione in plenaria Microsoft ha proposto una serie di Key note “tematiche” (in parallelo). In questo modo si è potuto saltare temi non interessanti a favore di un maggiore approfondimento di ciascun tema. Nel corso della Key note che ho seguito io (quella sull’Information Workers solutions) c’è stato anche spazio per alcune demo di Office 12 e per la presentazione di alcune ottime soluzioni (SPS/WSS, CMS, Smart Documents) realizzate da alcuni partner.


Durante una demo su InfoPath “12” la platea ha applaudito in modo spontaneo non appena Chris Capossela ha fatto vedere che per utilizzare i form InfoPath non servirà più avere il programma installato sul client, ma bensì il semplice Internet Explorer (che a sua volta è in grado di sfruttare i componenti lato server del nuovo InfoParh).


Ho aderito ufficialmente al Beta program di Office 12, e spero di ricevere presto la promessa “Beta 1”.


La conferenza è bella piena… 6.200 partner contro i 5.000 previsti. Gli italiani… una trentina scarsa.

Il formato dei file di Office 12

Già qualche tempo fa segnalai la decisione di Microsoft di orientare in maniera XML-based il formato nativo dei file della futura versione di Office.


Ora, anche grazie alle sessioni di TechEd 2005 si comprendono più chiaramente le cose… in particolare Brian Jones, nel corso della sua sessione sul nuovo formato dei file di Office 12, ha dimostrato come è possibile salvare un documento di Word in formato .docx, prendere il file e rinominarlo in .zip per osservarne il contenuto. Aprendo lo zip ci si ritrova una struttura di file XML e sottocartelle per la raccolta delle immagini ed altri elementi multimediali… insomma tutto molto interessante verso la strada dell’open format.
Scarica un esempio di semplice file .docx rinominato in .zip. 


Per chi è -come il sottoscritto- interessato ad approfondire l’argomento, suggerisco: