Webinar – SharePoint as a Service – Come creare Piattaforme di Collaborazione efficienti

Martedì 22/09/2015, dalle ore 11 alle ore 12, si terrà un Webinar dal titolo “SharePoint as a Service – Come creare Piattaforme di Collaborazione efficienti”.

6-15Webinar banner_english.jpg

L’evento online, con iscrizione gratuita, è organizzato in collaborazione da AvePoint e Green Team.

Gli spekaer saremo io e Gonzalo Marcos, Technical Solutions Professional di AvePoint (che si cimenterà in lingua italiana).

Questi gli argomenti in agenda:

Il modo di migliorare l’adozione di SharePoint

Costruire un censimento delle risorse

Scoprire le possibili limtazioni di crescita di SharePoint e Office 365, impostando nel migliore dei modi l’evoluzione della tua Farm

Adottare utili buone pratiche per tenere in salute e sotto controllo il tuo ambiente SharePoint

Automatizzare un piano di Governance

iscitivi 2.png

STSADM.EXE deprecato

Con il rilascio della Technical Preview di SharePoint 2016, annunciato ieri, sono state anche documentate le funzionalità deprecate.

Per i SharePointers della prima ora (per chi come me si occupa di SharePoint dalla versione beta del 2001), l’indicazione che la vecchia console da riga di comando STSADM.EXE sarà presente ma formalmente deprecata.

Ovviamente, così come anticipato da almeno un paio di release, l’indicazione è di utilizzare Powershell.

Clearimage

SharePoint 2013 Best Practices da MVA

L’amico Brian Alderman, uno dei maggiori esperti di infrastruttura SharePoint e SQL Server, ha erogato una serie di video su MVA dedicati alle Best Practices per SharePoint 2013.

image

Le sei aree su cui si sviluppa il training sono:

  • Planning for SharePoint
  • Capacity Planning
  • Training – Key to Success
  • Installing SharePoint
  • Microsoft Updates
  • Optimization and Troubleshooting

Ricreare una Site Collection su SharePoint Online

Oggi mi è stato chiesto se è possibile ricreare una site collection su SharePoint Online, in Office 365, immaginando di voler “ripartire da zero”, dopo che un po’ troppi esperimenti hanno “sporcato” la root site collection.

Attraverso il Portale amministrativo SharePoint su Office 365 è possibile eliminare la site collection che si ha intenzione di ricreare (compresa anche la top level site collection).

image

La site collection eliminata finisce nel Cestino delle site collection (per 30 gg) e non è possibile creare una nuova site collection sullo stesso URL finché il Cestino non viene svuotato.

Dalla pagina del Cestino delle site collection è presente sul Ribbon il pulsante per eseguire il restore della site collection, ma non è possibile forzare la rimozione dell’oggetto dal Cestino.

image

Ancora una volta Powershell arriva in aiuto.

Ipotizzando di aver già intallato i moduli Powershell per l’amministrazione di Office 365 e SharePoint Online, ecco qualche comando utile:

import-module Microsoft.Online.Sharepoint.PowerShell
#mi connetto al tenant con privilegi amministrativi
$cred=get-credentials
connect-sposervice –url https://cliente-admin.sharepoint.com –credential $cred
#verifico che tutto sia ok, richiedendo la lista delle site collection del tenant
get-sposite | ft “url”

#elimino la site collection (che finirà nel Cestino)
remove-sposite –identity https://cliente.sharepoint.com/ –nowait
#rimuovo la site collection dal Cestino
remove-spodeletedsite –identity https://cliente.sharepoint.com/

Da qui in avanti la site collection potrà essere nuovamente creata, da Powershell o da interfaccia amministrativa.

PS
Occhio perché eliminare una site collection significa perde tutto il suo contenuto!

Aiutaci a promuovere SharePoint Saturday Florence 2015

Dopo le edizioni di Milano e Roma, torna l’appuntamento di SharePoint Saturday, questa volta a Firenze il 20 giugno 2015.

Si tratta, nello spirito degli eventi community del modello SPS Events, di un evento tecnico gratuito, ovviamente al sabato…

Al sabato perché si tratta di un’occasione per partecipare a un evento tecnico e formativo, grazie al contributo volontario di speaker e organizzatori, il tutto per offrire gratuitamente sessioni di qualità.
Ovviamente sarà tutto possibile anche grazie al prezioso contributo degli sponsor.

SPS Florence 2015 sarà una sfida nella sfida: non solo il primo evento della community degli SharePointers a Firenze, città non troppo frequentata da questo tipo di eventi, ma vedrà un’agenda composta completamente da sessioni in lingua inglese.
La location turisticamente attrattiva aggiunge un’ulteriore ragione, per combinare l’utile al dilettevole, organizzando magari un weekend a Firenze, combinando SharePoint, Office 365 e un po’ di relax in una città d’arte fantastica.

Cosa puoi fare per dare una mano a rendere unico questo appuntamento?

  1. Correre ad iscriverti, se non l’hai già fatto!
  2. Fare “rumore”… sui social e con amici e colleghi.
    – Magari utilizzando anche i banner qui sotto, posizioandolo sul tuo blog o sul tuo sito web.
    – Seguendo @spsflorence e twittando #spsflorence
    – seguendo la pagina Facebook della SharePoint Community
  3. Se ne avrai tempo e voglia, comunicare la tua disponibilità a dare una mano all’organizzazione (non siamo mai troppi!)