Category Archives: Azure

Microsoft e il Cloud

Recentemente i Microsoft Partner si sono riuniti per l’evento europeo, in vista della consueta Worldwide Partner Conference estiva, e tra i temi in evidenza indubbiamente quello del Cloud.

I dati di penetrazione del cloud sono davvero importanti, e l’Italia sta facendo la parte del leone (come rappresentato dalla foto qui sotto, di cui ringrazio @AndreaPescino):

image

In questi giorni mi è inoltre capitato di leggere, sul sito dedicato ai MS Partner, qualche numero interessante, a testimonianza del ruolo centrale del cloud nelle strategie di Microsoft:

Microsoft Office 365

• 77% of Fortune 500 companies have purchased it in the past 12 months
• With a US$2.5 billion run rate, it’s Microsoft’s fastest growing business
• Microsoft Office 365 posted triple-digit growth for 21 consecutive months
• Microsoft partners have accounted for 3/4 of the sales to Microsoft Office 365 customers

Microsoft Azure

    • 57% of Fortune 500 companies are using Microsoft Azure
    • Welcomes 1,000 new customers per day
    • Currently 1.2 million businesses and organizations use Microsoft Azure Active Directory
    • Microsoft Azure gains two times the compute and storage capacity every 6-9 months

Microsoft Dynamics CRM Online

    • Features US$4.25 million users and 40,000 customers
    • Posted double-digit growth for 40 consecutive quarters
    • Over two years, doubles subscription revenue per partner
    • 15% compound annual growth rate through 2018 for CRM app software

Utilizzare i Dynamic Groups di Azure AD su SharePoint Online

Per chi utilizza SharePoint Online, su Office 365, ed ha la possibilità di abilitare i servizi Premium di Azure AD, si apre un’interessante novità, che risponde ad una delle esigenze “storiche” di chi implementa soluzioni su SharePoint.

Tutti sanno che le autorizzazioni di SharePoint sono prevalentemente basate sulla membership di un utente all’interno di un gruppo, e molto spesso questa caratteristica si presenta “rigida” e poco flessibile… dovendo, a volte, manutenere e modificare frequentemente gli appartenenti ad un determinato gruppo per applicare le giuste autorizzazioni al modificarsi dell’organizzazione.

I Dynamic Groups offerti dai servizi Premium di Azure AD offrono la possibilità di gestire gruppi con membership “dinamica”, ossia definiti sulla base di regole, come potrebbe essere il contenuto di una delle proprietà dell’account AD.

Ad esempio, volendo definire un gruppo, su cui applicare specifiche permissions, di tutti gli utenti manager… sarà possibile creare un Dynamic Group che aggregherà tutti gli utenti che hanno all’interno del proprio campo “Job title” la parola “manager”.

Ovviamente se nel tempo qualche altro utente dovesse fare carriera, e diventare manager, automaticamente si troverà a far parte del Dynamic Group dei Manager.

Dynamic Memberships

Sul blog di Wictor Wilén è possibile trovare qualche dettaglio in più.

Office 365 è lento? Ecco Azure ExpressRoute

Qualcuno lamenta la lentezza o la poco predicibile velocità di connettività tra la propria infrastruttura aziendale e Office 365.

Del resto ben sappiamo che normalmente si utilizza una connettività Internet pubblica per accedere ai servizi di Office 365, con i conseguenti vantaggi (costi) e svantaggi (instabilità).

Oggi Microsoft ha annunciato un nuovo servizio chiamato Azure ExpressRoute, grazie al quale un cliente di Office 365 può decidere di attivare una connettività a banda garantita (MPLS) verso Azure e da qui raggiungere Office 635 attraverso Azure ExpressRoute.

ExpressRoute granatisce la qualità di banda e la disponibilità del servizio con gli abituali SLA del 99,9%.

Azure ExpressRoute 1

Pubblicità comparativa

Siamo poco abituati alle pubblicità comparative, soprattutto in Italia, e quindi è interessante vedere come Microsoft proponga attraverso i propri portali un punto di vista comparato per:

Consapevoli che si tratta di un punto di vista “di parte”, ritengo interessante questi strumenti per contribuire a farsi un’idea.

Sempre su Office 365 ecco un interessante whitepaper “Customers find value by choosing Office 365” e un simpatico video con protagonista Roberto “Roberdan” D’Angelo (Office 365 Lead in Microsoft Italia) dal titolo “Office 365 Cost Simulator – in Cappuccinos”.

image

Resoconto di fine anno

Come ormai tradizione (nemmeno fosse il messaggio alla nazione Smile) ecco il post di fine anno, su questo blog aperto da oltre 11 anni.

Durante le ferie invernali, i quei giorni solitamente più tranquilli tra Natale e Capodanno, è mia abitudine riflettere sui 12 mesi passati. Solitamente lo faccio con considerazioni professionali, a volte condite da valutazioni sul piano personale.

Il 2014 è trascorso spedito, con diversi importanti progetti lavorativi completati, ripercorrendo i post più significativi dell’anno:

Gennaio.
Il primo gennaio è arrivato, per il settimo anno consecutivo, il gradito premio MVP for SharePoint Server.
Microsoft ha annunciato l’addio… o meglio il “rename” di SkyDrive, dando vita a OneDrive e OneDrive for Business.
La community degli SharePointers si è data appuntamento al primo SharePoint Saturday romano, il 25 gennaio.

Febbraio.
Microsoft ha annunciato, con grande sorpresa generale, che non avrebbe proseguito lo sviluppo di InfoPath, facendo nascere molti dubbi e incertezze sul futuro dei forms e sui possibili upgrade path.
E’ stata pubblicata l’agenda della SharePoint & Office Conference 2014, con cinque mie sessioni in agenda (a cui più avanti si aggiungerà una round-table).
In Microsoft c’è stato il cambio di CEO, con l’addio a Steve Ballmer (dopo tanti anni) e l’arrivo di Satya Nadella, che ha avviato una serie di importanti riforme.
In Green Team, più o meno in corrispondenza con il 23° compleanno dell’azienda, inauguriamo i nuovi uffici ristrutturati.

Marzo.
Insieme a Riccardo ho partecipato alla Microsoft SharePoint Conference 2014 di Las Vegas, dove Microsoft ha confermato i messaggi “cloud first”, annunciando anche il rilascio di una nuova versione di SharePoint on-premises per il 2015, la sempre più forte integrazione tra Office 365 e Yammer, il rilascio di Office Graph/Oslo (poi denominato Delve), Power BI, Video Portal e altre novità all’insegna del cloud.
Ho registrato tre webcast per conto di Microsoft Italia su Office 365 e SharePoint Online.
Microsoft ha rilasciato Office per Android, avviando l’azione di “distensione” verso le piattaforme mobile dei competitor.

Aprile.
E’ stato rilasciato e poi tempestivamente ritirato-rilasciato (come da tradizione) il Service Pack 1 per SharePoint 2013.
Nokia mi ha coinvolto per testare il nuovo Lumia 1320, di cui ha scritto una recensione.
La preparazione per la SharePoint & Office Conference 2014 è proseguita, così come quella per gli altri eventi community.

Maggio.
OneDrive for Business, su SharePoint Online, ha introdotto la nuova UI per le document libraries.
Il 10 maggio partecipo per la prima volta come speaker al .Net Campus di Roma.
Microsoft ha semplificato la gestione del Single Sign-On (SSO) per Office 365 e rilasciato nuove estensioni per la Power BI di Office 365 per l’integrazione verso SAP.
Gartner ha inserito Microsoft Azure nel “magic quadrant” delle soluzioni Cloud IAAS.
Il 27 e 28 si svolge la quinta edizione della SharePoint & Office Conference 2014, il più importante evento tecnico italiano dedicato a SharePoint e Office 365.

Giugno.
Nintex ha svelato la roadmap dello sviluppo dei propri prodotti, annunciando il rilascio della nuova ‘major release’ di Nintex Workflow (che sarà poi rimandata a inizio 2015).
Sempre in materia di roadmap, anche Microsoft ha deciso di rendere pubblica la propria in relazione all’evoluzione di Office 365.

Luglio.
Proseguono le azioni di irrobustimento di Microsoft Azure, con frequenti nuovi rilasci e acquisizioni. Anche Green Team completa il percorso che inserisce l’azienda tra i pochi Microsoft Partner italiani membri dell’Azure Circle.
Microsoft annuncia l’estensione a 1 TB per le site collection di SharePoint Online e l’estensione a tale limite la possibilità di far crescere i contenuti di OneDrive for Business.
Piccola nota personale: inizio per percorso di costruzione della mia nuova casa.

Agosto.
In agosto salto praticamente le abituali vacanze estive (ne pagherò prima o poi le conseguenze)… altro segnale della grande quantità di progetti.
Microsoft prosegue con i rilasci di nuove funzionalità su Office 365, con attenzione non solo alle funzionalità utente, ma anche a quelle rivolte agli utenti amministratori.

Settembre.
Microsoft rilascia Delve (e io resto incuriosito e perplesso sul nuovo strumento di Office 365), stupendo un po’ tutti quelli che –come me- si aspettavano l’arrivo di Oslo.
Per analizzare l’umore dei clienti e dei concorrenti, Microsoft rilascia i tool per il Social Listening.
Mentre tutti ci aspettavamo l’annuncio di Windows 9, il successore di Windows 8.1, Microsoft annuncia il “salto di numerazione”, e comunica che la prossima versione del sistema operativo si chiamerà Windows 10 (giustificando così un po’ di ritardo nel rilascio, e segnalando che l’upgrade sarà gratuito per i possessori di licenze Windows 7/8).

Ottobre.
Il cloud di Microsoft Azure viene giudicato come il miglior storage tra i competitor del cloud.
sempre in materia di storage si introduce ABS (Azure BLOB Storage) per esternalizzare sul cloud i contenuti dei siti SharePoint 2013.
Il 22 ottobre partecipo come speaker alla prima edizione della Cloud Conference Italia.

Novembre.
Microsoft rilascia le nuove versioni di Office e di Outlook per Mac, completando i rilasci delle versioni dei propri prodotti per piattaforme Apple (Office per iOS viene rilasciato agli utenti che hanno sottoscritto Office 365).
Insieme ai colleghi di BI Factory lanciamo il workshop sulla Business Intelligence su Office 365.

Dicembre.
Completo i percorsi di certificazione MCSA Windows Server 2012, MCSA Office 365 e MCSE SharePoint 2013, rispettando così gli obiettivi di aggiornamenti delle mie certificazioni professionali (percorso avviato nel lontano 1996).
Microsoft rilascia Office Video Portal su Office 365, offrendo la possibilità di caricare anche video di grandi dimensioni, beneficiando dell’integrazione con gli Azure Media Services.
Crolla un altro “tabù”, con l’integrazione di Salesforce con SharePoint Online.
Green Team consegue la terza competenza certificata Gold, segnale della qualità dei progetti, dell’innovazione e delle competenze del team.

Buon 2015 a tutti!

Office 365 Video

All’ultima Microsoft SharePoint Conference 2014 di Las Vegas ho avuto occasione di assistere ad un paio di sessioni di anteprima della nuova gestione dei video su SharePoint Online, in Office 365.

Office 365 Video 3

Si tratta di una nuova funzionalità che combina la possibilità di caricare e visualizzare video su SharePoint Online beneficiando degli Azure Media Services.

Con questo breve video è possibile scoprire come lavora la nuova funzionalità.

Con questo altro video, tratto da una sessione registrata all’ultimo Teched, è invece possibile approfondire.

Dal blog del team di Office 365 puoi leggere l’introduzione alle funzionalità del servizio.

Da qualche settimana ho avuto l’occasione di testare la funzionalità in preview, e –nonostante qualche difetto di gioventù- la buona idea della funzionalità è confermata.

Il servizio del Pre-release Program offre la possibilità –su base volontaria- di testare in anteprima i nuovi rilasci su Office 365. Grazie a questa opzione ho la possibilità di testare in anteprima, prima del rilascio globale, i frequenti rilasci di Office 365.

First Release diagram

SharePoint sul Cloud: SharePoint Online (Office 365) Vs. SharePoint On-premises (Azure)

CMS Wire ha pubblicato un interessante articolo di Chris McNulty sulla comparazione e orientamento della scelta SharePoint Online Vs. On-premies (pensando a una Farm dedicata su Azure).

Si tratta di un confronto tra il Cloud SaaS e IaaS di Microsoft.

Prova a rispondere alle seguenti domande e calcola il tuo punteggio:

2014-14-Nov-McNulty-Image1[1]

Leggendo l’articolo originale hai la possibilità di analizzare il significato del punteggio emerso dalle tue risposte.

Ecco la legenda:

<40
You are comparatively free of the history and capabilities of many on-premises environments. As a result, you’re a strong candidate for Office 365. You will get immediate benefits from the platform services without needing to disrupt existing content patterns or internal processes.
41-80
You have the classic posture of an on-premises environment. If you are trying to gain some of the advantages of the cloud, an IaaS solution like Azure VMs may be a stronger fit for your organization. Based on your use cases, a hybrid between O365 and Azure may also introduce some of the service simplicity of Office 365 with the complete admin control from Azure.
>80
On premises forever! You can work on other projects for the year while your needs progress and the solutions improve.

Implementare Azure Blob Storage su infrastrutture SharePoint 2013

Come anticipato in un precedente post, Bill Baer ha pubblicato attraverso il suo blog le modalità di implementazione di Microsoft Azure Blog Storage (ABS) in SharePoint Farm.

I requisiti sono quelli di SharePoint 2013 e SQL Server 2014 sulla farm on-premises e -ovviamente- di una sottoscrizione a Windows Azure.

Ovviamente il medesimo scenario potrebbe –ancor più- essere realizzato su un’intera infrastruttura implementata attraverso VM su Azure.

Sul post di Bill sono dettagliatamente descritti tutti i passaggi necessari per l’implementazione, che quindi non ripeto su questo post.

Credo possa essere un’ottima soluzione per scenari ad elevata crescita di storage, beneficiando delle ottime qualità di ABS e riducendo sensibilmente i costi di archiviazione, data protection e alta affidabilità dei dati.

Soluzioni Cloud storage a confronto

Dal Blog di Aptera mi è capitato di leggere la sintesi un interessante studio comparato tra le principali soluzioni Cloud storage sul mercato realizzato da Nasumi, di cui i risultati sono stati riassunti in un efficace infographic:

  • Microsoft Azure
  • Amazon S3
  • Google
  • Rackspace
  • HP

Ecco le prime comparazioni in termini di performance:

image

ed ecco il bechmark rispetto all’Availability:

image

ed infine la percentuale degli errori registrati sulle operazioni di test:

image

Da queste comparazioni esce dunque vincitore il cloud storage di Microsoft Azure (ABS – Microsoft Azure Blog Storage), che come ci racconta Bill Baer è ora possibile sfruttare anche come storage di supporto di infrastrutture SharePoint 2013 e SQL Server 2014.