Le funzionalità legate al motore di ricerca sono alcune delle novità più importanti introdotte da SharePoint Server 2013.

Non parlo solo del motore di ricerca puro e semplice, ma in generale alle logiche di rollup, aggregazione e cross-publishing basate sugli indici del motore di ricerca.

Il tutto naturalmente rinforzato dal nuovo engine, che è la sintesi del vecchio motore di ricerca di SharePoint 2010 e di FAST Search for SharePoint 2010.

Office 365, ed in particolare SharePoint Online, non sempre offre il 100% delle funzionalità disponibili su SharePoint 2013 On-premises. A volte offre delle cose in più (come ad es. Power BI), e a volta qualcosa in meno.

Microsoft ha sempre dichiarato la volontà a portare progressivamente tutte le funzionalità dell’On-premises su SharePoint Online, e di far evolvere su Office 365 le novità. Il tutto con rilasci di versione molto più frequenti (fino a 2-3 mesi di frequenza).

Oggi è stata rilasciata una nuova versione intermedia, che ha finalmente reso disponibili alcune importanti funzionalità legate al Search, che rappresentano alcune delle grandi novità di SharePoint 2013.

Nello specifico, ora è possibile sfruttare (come se fossimo On-premises):

  • Content by Search WebPart (che è la pronipote della Content by Query WebPart)
  • Cross-Site Publishing

La CSWP permette di aggregare su di un’unica vista i contenuti aggregati da più sorgenti, anche su Site Collection e Web Application diverse. Il “trucco”, che la rende di gran lunga superiore alla vecchia CQWP, è che si basa sugli indici del motore di ricerca… da qui la possibilità di operare cross-site e importanti miglioramenti sulle performance.

Il Cross-Site Publishing è inoltre la possibilità di gestire contenuti da una site collection di authoring, definendo uno o più path di pubblicazione su altre site collection/web application, dove i contenuti saranno pubblicati sulla base di criteri (metadata) che ne determinano le logiche di publishing.

Leave a Reply

*