Superati alcuni dei limiti di archiviazione su SharePoint Online

SharePoint Online, all’interno dell’offerta Office 365, è stato recentemente potenziato nell’ottica dell’archiviazione documentale.

Si tratta spesso di impostazioni governabili da un amministratore SharePoint su una tradizionale infrastruttura SharePoint 2013 on-premises, ma non gestibili dall’amministratore di un Tenant Office 365.

Sintetizzo le principali novità:

  • Il limite di upload massimo per singolo file è stato incrementato, passando da 250 MB a 2 GB.
  • Il limite di List Lookup è stato esteso a 12 campi.
  • Il numero di Site Collection per singolo Tenant è stato portato da 3.000 a 10.000 (qui il valore poteva sembrare a qualcuno già elevato… ma rammento che ciascun personal site è una site collection…).
  • La conservazione degli elementi cancellati (nel cestino o Recycle Bin) è stata portata ad una retention di 90 gg.
  • La Document Library del Personal site (corrispondente a SkyDrive Pro) è ora configurata di default con il versioning attivo.
  • L’elenco dei tipi (estensioni) di file bloccati al caricamento è stato modificato, consentendo ora l’upload anche di file un tempo bloccati (.exe, .dll, .ps1, …). Ecco la lista aggiornata.

SharePoint Online sta dunque diventando una soluzione sempre più adatta a sostituire le vecchie cartelle di rete dei File Server, come più volte mi è capitato di sostenere e di realizzare per tanti clienti.