Una delle novità introdotte su SharePoint 2013 è quella del Minimal Download Strategy (MDS).

In parole semplici si tratta di un meccanismo pensato per quei siti che hanno pagine particolarmente pesanti (e quindi lente), offrendo la possibilità di gestire il download dei soli elementi modificati, applicando il concetto di delta sulle pagine Web (e di parti di contenuto di esse).

Il meccanismo evolve le tecniche, più o meno creative, utilizzate finora per il WCM, come ad esempio DHTML, Javascript, AJAX e altro.

Su SharePoint 2013 MDS è attivo di default sui Team Sites, sui Community Sites, e su altri tipi di sito, e può essere attivato come feature, rendendo disponibile la risorsa /_layouts/15/start.aspx

Questa pagina governa il caricamento delle pagine attraverso MDS, utilizzando uno specifico oggetto Javascript (asyncDeltaManager), contenuto in start.js.

L’oggetto caricato dinamicamente genera un URL MDS, aggiungendo in query string il parametro AjaxDelta=1, che scarica in modo asincrono il solo delta utile al client per riassemblare la pagina.

Per utilizzare MDS è innanzitutto necessario attivare la feature (Name: MDSFeature, Id: 87294C72-F260-42f3-A41B-981A2FFCE37A) con scope Web (alcuni modelli di sito l’attivano automaticamente attraverso il meccanismo delle stapling feature).

Inoltre le Master page devono richiamare il controllo AjaxDelta, che è responsabile di una serie di comportamenti fondamentali, così come descritto da questo interessante articolo di Wictor Willén (consiglio di dare un’occhiata anche ai commenti del post).