Nelle ultime settimane sono stato coinvolto in attività di stress test per un paio di grossi portali Internet di imminente rilascio.

Questo è il segnale di una sempre maggiore diffusione di MOSS come piattaforma per l'Internet Publishing, e della dimostrazione che anche grosse realtà stanno credendo fino in fondo sul prodotto, affidando la propria immagine su un sito SharePoint-based.

La mia attività recente ha però anche evidenziato la sostanziale sottovalutazione del tema performance da parte dei team di sviluppo coinvolti nel progetto. Ovviamente non intendo generalizzare, ma un errore spesso commesso è quello di applicare nello sviluppo del portale internet le stesse logiche di sviluppo applicate nei più consolidati progetti Intranet.

Avere a che fare con volumi di utilizzo ben differenti (per quanto possa essere grande una Intranet… i numeri di un portale Internet di grande traffico son ben diversi…). Inoltre le logiche di utilizzo anonimo, tipico dei siti Internet, offre numerose opportunità per l'ottimizzazione del codice, delle componenti stilistiche e di cache.

Mi sono anche tolto la curiosità di misurare in forma oggettiva il miglioramento derivato dall'attivazione della Cache (in particolare dell'Output cache per gli utenti anonimi), misurando un miglioramento x3 delle performance.

Durante le mie attività di test ho utilizzato diversi tools, dai più diffusi analizzatori (es. Fiddler) ai più articolati tool di stress test, come ad esempio WAPT 5.0.